Silvia

Sia stato preparare Birchermüesli, accogliere gli ospiti, riordinare indirizzi o appendere la biancheria - mi è piaciuto collaborare in Cà Stella e me la sono goduta. Già da qualche anno, quando sono stata ospite qui, mi ha preso il fascino e lo charme della casa. Non ho scordato sopratutto l'arredamento individuale della camera e la colazione in giardino.

Cà Stella, negli anni successivi, mi è rimasta sempre nella mente, e sognavo un giorno di trascorrerci una stagione estiva, gestendola. Cosa che però non è stata possibile a causa del lavoro e del legame con la famiglia. Ma in quell'estate mi sono concessa una pausa di più mesi dal lavoro e ho bussato a Cà Stella, chiedendo di poter aiutare come praticante per un paio di settimane. Dalle quali è poi nata un'estate meravigliosa, nella quale sono stata "in servizio" per più di 30 giorni tra maggio e settembre. I pomeriggi liberi li ho sempre trascorsi facendo delle escursioni: su e giù per la Vallemaggia e le sue valli laterali. Queste ore (spesso) solitarie nella natura mi hanno rinforzato mente e spirito. Passo dopo passo, scoprendo e cercando nuovi sentieri, per poi di nuovo accogliere gli ospiti nella casa, scambiarsi qualche parola chiedendo di come fosse andata la giornata, o ritrovandosi inaspettatamente in profondi discorsi. Ancora oggi sogno di quell'estate in Vallemaggia.

/